leadership-2

Quale modello di leadership?

Oggi il ruolo di leader coincide con il ruolo aziendale di quella persona che ha potere, autorità ed influenza.

Il leader è al centro del funzionamento organizzativo e si offre come guida, motivando gli altri a seguirlo nel proseguimento della sua visione.

Questo tipo di leader funziona solo in alcune situazioni, ma non può essere considerato coerente con la realtà economico e sociale fortemente interdipendente che oggi stiamo vivendo, infatti ogni contatto, ogni scambio di informazioni, presenta delle opportunità di influenza e quindi di leadership.

La leadership cambia forma mirando a guidare l’evoluzione dei comportamenti e delle interazioni invece di specificare i comportamenti effettivi in anticipo, in quest’ottica, il leader non è quello che motiva i collaboratori, fornisce la direzione , dà le direttive, bensì è quello che crea le condizioni per l’auto-organizzazione delle persone.

Il leader diventa così generatore di contesti che favoriscono l’emergere di interconnessioni tra gli agenti del sistema, funzionali agli indirizzi strategici che l’azienda si è data.

Come sviluppiamo una leadership di questo tipo?

  • Lasciare autonomia alle persone, far sentire le persone capaci;
  • Curare le relazioni e generare nuove interconnessioni che possono essere utili al team;
  • Alimentare una continua comunicazione del team favorendo lo scambio di informazioni e conoscenze;
  • Avere sempre ben chiari gli effetti delle proprie azioni sull’organizzazione;
  • Sviluppare forte conoscenza degli individui che hanno maggior influenza sui comportamenti e sull’ interazione delle persone e rinforzarli;
  • Non pensare sempre a soluzioni lineari infatti spesso un risultato è spesso l’effetto congiunto di più concause;
  • Le azioni operative sono sempre orientate alle persone;

In pratica, i programmi di sviluppo di leadership dovranno cambiare la loro prospettiva verso una sempre maggiore interconnessione tra economie, società, consumatori e collaboratori di azienda.

Condividi su:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *